Predizione dei tempi di viaggio

Introduction to logistics system management - Ghiani, Laporte, Musmanno

La predizione accurata dei tempi di viaggio è spesso difficoltosa. La ragione è duplice. Da un lato la velocità media dipende dal periodo della giornata, dal giorno della settimana e dall’occorrere di giornate festive; in particolare in molte aree urbane occorrono due momenti di punta al giorno, uno al mattino e uno alla sera e il traffico è più denso durante i giorni feriali, da Lunedì a Venerdì. In secondo luogo, le condizioni metereologiche, eventuali incidenti ed eventi occasionali, influiscono in modo evidente sulla velocità media. Negli ultimi decenni si è osservato un proliferare di sistemi online eroganti informazioni sui tempi di viaggio, alimentati da fonti di dati eterogenee (sensori, sorgenti video, smartphone...). Al momento questi sistemi coprono solo una parte dell’intera rete stradale, ma ci si attende una diffusione degli stessi negli anni a venire. Inoltre i dati raccolti dai sistemi di informazione sui tempi di viaggio potrebbero essere utilizzati per fare previsioni sulle velocità medie future. Qualora non siano disponibili tali sorgenti dati, si possono utilizzare stime basate sulle caratteristiche della strada attraverso analisi di regressione. A tal fine si identificano i fattori che influenzano i tempi di viaggio e si utilizza una funzione di questi per effettuare l'analisi. I fattori più rilevanti sono il numero di corsie, l’ampiezza della carreggiata, i sensi di percorrenza, la disponibilià di parcheggi, il volume del traffico, il numero di semafori, la segnaletica e la qualità del manto stradale